News

Credito d’imposta per adeguamento degli ambienti di lavoro

Pubblicato il 22.05.2020

L’art. 120 del D.L. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) ha introdotto – nell’ambito delle misure legate alla necessità di adeguare i processi produttivi e gli ambienti di lavoro, un credito di imposta pari al 60% delle spese sostenute nel 2020, per un massimo di euro 80.000,00 a beneficiario, in relazione agli interventi necessari a rispettare le prescrizioni sanitarie per il contenimento della diffusione del  Covid-19.

Il credito spetta agli esercenti attività di impresa, arte e professione in luoghi aperti al pubblico indicati nell’allegato 1 al decreto (alberghi, ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie, teatri, biblioteche, musei stabilimenti balneari e termali ecc.), nonché alle fondazioni, associazioni ed altri enti privati compresi gli enti del terzo settore.

Le spese agevolabili consistono in:

  • interventi edilizi
  • acquisto di arredi di sicurezza
  • sviluppo o acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa
  • acquisto di apparecchiature per controllo della temperatura

Il credito d’imposta è utilizzabile nell’anno 2021  in compensazione. Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, da emanare entro 30 giorni, verranno stabilite le modalità per il monitoraggio dell’utilizzo del credito d’imposta.

Tutte le News Condividi