News

Contributi a fondo perduto D.L. 34/2020

Pubblicato il 22.05.2020

L’art. 25 del D.L. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore di soggetti esercenti attività d’impresa, professionisti e titolari di partita IVA che conseguono reddito agrario, che rispettano i seguenti requisiti:

  • ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente;
  • ammontare del fatturato e/o dei corrispettivi del mese di aprile 2020 inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019 (tale requisito non deve essere necessariamente rispettato dai soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019).

Il decreto prevede, indipendentemente dai requisiti sopra indicati, che non potranno accedere al contributo a fondo perduto:

  • soggetti la cui attività risulti cessata alla data di presentazione dell’istanza;
  • enti pubblici, intermediari finanziari e società di partecipazione;
  • soggetti che hanno diritto alla percezione delle indennità previste dagli artt. 27 (professionisti iscritti alla gestione separata Inps e lavoratori co.co.co.) e 38 (lavoratori dello spettacolo) del D.L. 18/2020;
  • lavoratori dipendenti;
  • professionisti iscritti alle casse di previdenza dei propri ordini (es. ingegneri, architetti, geometri, medici, commercialisti, avvocati, ecc.).

Il contributo spettante viene calcolato applicando alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi di aprile 2019 le seguenti percentuali, variabili in base all’ammontare dei ricavi/compensi del periodo d’imposta precedente (2019):

  • 20% fino a 400 mila euro
  • 15 % da 400 mila euro ad 1 milione di euro
  • 10% da 1 milione di euro a 5 milioni di euro.

Il contributo, laddove spettante, viene comunque riconosciuto nella misura minima di 1.000 Euro a favore di professionisti e ditte individuali e 2.000 Euro a favore delle società.

Al fine di ottenere il contributo a fondo perduto, occorre presentare, esclusivamente in via telematica, un’istanza all’Agenzia delle entrate, utilizzando la procedura che verrà resa disponibile. Il contributo verrà erogato direttamente sul conto corrente indicato nell’istanza.

Tutte le News Condividi